CONDIZIONI GENERALI LUNGO RAGGIO
valide per partenze dal 01/11/2016 al 31/10/2017


1) INFORMAZIONI GENERALI

1.1) Il contratto è regolato dalla direttiva 90/314/CEE, dal Decreto Legislativo 23 maggio 2011, n. 79, dalla Legge Regionale Emilia Romagna 31 marzo 2003 n. 7 nonché dalle previsioni del codice civile e dalle altre norme di legge in quanto qui non derogate. Le presenti condizioni generali si applicano unicamente ai contratti di compravendita di pacchetti turistici così come definiti dall'Art. 34 del Decreto Legislativo 23 maggio 2011, n. 79.

1.2) Il contratto è inoltre disciplinato dalle presenti condizioni generali e dalle altre condizioni – delle quali il turista attesta aver acquisito piena conoscenza – riportate nel catalogo, negli opuscoli e qualsivoglia altra documentazione illustrativa del viaggio.

1.3) Il programma è stato redatto in osservanza al disposto dell'art. 15 della Legge Regionale Emilia Romagna 31 marzo 2003 n. 7, concernente "Disciplina delle attività di produzione, organizzazione e vendita viaggi, soggiorni e servizi turistici".

1.4) Comunicazione obbligatoria ai sensi dell'art. 16 della legge 269/98: "la legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione e alla pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all'estero".

1.5) Il programma è valido dal 01/11/2016 al 31/10/2017. Aut. Ass. Reg. Emilia Romagna in richiesta.

2) PAGAMENTI

2.1) Per i pacchetti turistici in genere il turista deve versare, all'atto della prenotazione, una somma pari al 25% del prezzo a titolo di acconto oltre alla tassa di iscrizione.

2.2) Il saldo dovrà essere versato almeno 30 giorni prima della partenza.

2.3) Qualora tra il giorno della prenotazione e quello della partenza intercorrano meno di 30 giorni, il turista deve versare l'intero prezzo al momento della prenotazione.

2.4) Il saldo del prezzo si considera avvenuto nel momento in cui perviene materialmente all'organizzatore pertanto il pagamento effettuato all'Agenzia di Viaggi, scelta dal turista e che agisce in qualità di intermediaria, non libera il turista stesso dall'obbligo del pagamento ove l'Agente mandatario non rimetta le somme al tour operator.

2.5) I termini di cui sopra hanno carattere essenziale, ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 1457 cod. civ. avuto riguardo all'interesse dell'organizzatore di viaggio.

3) ANNULLAMENTO DEL CONTRATTO E RECESSO DAL CONTRATTO DA PARTE DEL TURISTA

3.1) Il Il turista può annullare il contratto in qualsiasi momento corrispondendo all'Organizzatore di viaggio il prezzo integrale del biglietto aereo, oltre ad un'indennità sui servizi a terra così determinabile: 
- 10% del prezzo, oltre tassa di iscrizione ed eventuali premi assicurativi se l'annullamento viene portato a conoscenza dell'Organizzatore di viaggio fino a 30 giorni lavorativi prima della partenza;
- 30% del prezzo, oltre tassa di iscrizione ed eventuali premi assicurativi per annullamento comunicato all'Organizzatore nel periodo compreso tra i 29 e i 18 giorni lavorativi prima della partenza;
- 70% del prezzo, oltre tassa di iscrizione ed eventuali premi assicurativi, per annullamento comunicato all'Organizzatore nel periodo compreso tra i 17 ed i 3 giorni lavorativi prima della partenza.
- 95% del prezzo, oltre tassa di iscrizione ed eventuali premi assicurativi, qualora l'annullamento venga comunicato all'Organizzatore nel periodo compreso tra i 2 giorni lavorativi prima della partenza e fino alla data della stessa.
Art. 3.2) Nel caso in cui i in cui i costi sostenuti dall'Organizzatore di viaggio siano di importo superiore a quelli dell'indennità determinata secondo i criteri di cui al precedente articolo 3.1 il turista sarà tenuto unicamente a corrispondere all'Organizzatore di viaggio l'integrale rimborso dei costi suddetti, oltre alla tassa di iscrizione.

3.3) Dopo la partenza il turista può annullare il contratto pagando i servizi dei quali ha usufruito e versando all'organizzatore di viaggio un'indennità pari al 95% dei servizi non usufruiti. In tal caso, salvo quanto detto all'articolo 11, il turista dovrà provvedere a sua cura e spese per il ritorno e/o per la prosecuzione del viaggio.

3.4) Il turista può recedere dal contratto senza versamento di alcuna indennità nei casi previsti dai successivi articoli 5.2 e 9.5.

3.5) Sia la dichiarazione di annullamento che quella di recesso devono pervenire in forma scritta a pena di invalidità ex art. 1352 Cod. Civ.

3.6) In caso di contratto a distanza non si applicano, a norma dell'art. 55 lett. b) D. Lgs. 6 settembre 2005, n. 206, il diritto di recesso di cui agli artt. 64 e seguenti, nonché gli artt. 52 e 53 e il comma 1 dell'art. 54.

3.7.) Non è consentito il recesso da singoli servizi componenti il pacchetto turistico, ivi compresi i servizi turistici non accessori al trasporto o all'alloggio quali a titolo esemplificativo: tour guidati, mostre, visite, escursioni, crociere ecc.

4) RISOLUZIONE DEL CONTRATTO PER FORZA MAGGIORE O CASO FORTUITO E CANCELLAZIONE DEL PACCHETTO TURISTICO DA PARTE DELL'ORGANIZZATORE DI VIAGGIO

4.1) Il contratto si risolve per l'impossibilità totale della prestazione dovuta a caso fortuito o causa di forza maggiore. In tal caso l'Organizzatore di Viaggio ha l'obbligo di proporre un altro pacchetto turistico di qualità equivalente o superiore senza supplemento di prezzo o un pacchetto turistico qualitativamente inferiore, previa restituzione della differenza del prezzo, oppure di provvedere alla integrale restituzione del corrispettivo incassato entro sette giorni lavorativi.

4.2) A puro titolo esemplificativo e senza esclusione di casi non espressi si considerano cause di forza maggiore non imputabili all'organizzatore di viaggio:
a) gli scioperi che comportino sospensioni dei servizi oggetto del pacchetto turistico o grave intralcio dei medesimi;
b) le calamità naturali e le avverse condizioni atmosferiche che comportino sospensioni dei servizi oggetto del pacchetto turistico o grave intralcio dei medesimi;
c) gli avvenimenti bellici, gli atti di terrorismo, le sommosse e i disordini civili in generale.

4.3) L'organizzatore di viaggio può cancellare il pacchetto turistico a causa del mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti previsto nel programma informandone il turista almeno venti giorni prima della data di partenza.

4.4) Nel caso di cui al punto 4.3 il turista ha diritto di scelta tra il rimborso del prezzo già corrisposto e la sostituzione del pacchetto turistico cancellato con altro, individuato d'accordo tra le parti, di qualità equivalente o superiore senza supplemento di prezzo ovvero di qualità inferiore previa restituzione della differenza di prezzo.

4.5) Nei casi di cui al presente articolo 4 al turista non spetta alcun risarcimento del danno.

5) MODIFICHE DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI

5.1) Se prima della partenza l'organizzatore abbia necessità di modificare in modo significativo uno o più elementi del contratto ne dà immediato avviso in forma scritta al turista, indicando il tipo di modifica e la variazione del prezzo che ne consegue. Il turista comunica all'organizzatore entro due giorni lavorativi dal momento in cui ha ricevuto l'avviso se intende accettare o meno la modifica propostagli.
Trascorso detto termine senza che il turista abbia risposto, la proposta di modifica si riterrà da lui accettata.

5.2) Ove non accetti la proposta di modifica il turista può, alternativamente, recedere senza pagamento di alcuna indennità ottenendo il rimborso della somma di denaro già corrisposta ovvero usufruire di un altro pacchetto turistico, individuato d'accordo fra le parti, di valore equivalente o superiore senza supplemento di prezzo, o di valore inferiore previa restituzione della differenza di prezzo.

5.3) Non si considerano significative e non comportano l'applicazione delle precedenti clausole 5.1 e 5.2 le variazioni che non comportino un'alterazione sostanziale di una parte rilevante del pacchetto turistico quali, a puro titolo esemplificativo e senza esclusione di casi non espressi:
a) modifica della data od ora di partenza e/o della data od ora di arrivo con slittamento inferiore alle 24 ore;
b) unificazione su di un unico scalo di partenze e/o arrivi originariamente previsti da diversi scali italiani o esteri purché l'organizzatore provveda al trasporto gratuito del turista fino allo scalo sostitutivo o a quello sostituito;
c) inserimento, in Italia e nel paese di destinazione, di scali intermedi originariamente non previsti;
d) sostituzione dell'albergo originariamente previsto con altri alberghi di pari categoria fermo restando l'itinerario;
e) eliminazione o sostituzione nei viaggi organizzati dalle tappe di mero transito intendendosi per tali quelle località nelle quali è previsto il pernottamento o il pasto senza previsione di visite a luoghi o monumenti, l'imbarco o lo sbarco dei passeggeri.

5.4) Dopo la partenza, quando una parte essenziale dei servizi previsti dal contratto non può essere effettuata, l'organizzatore di viaggio predispone adeguate soluzioni alternative per la prosecuzione del viaggio programmato non comportanti oneri di qualsiasi tipo a carico del turista, oppure rimborsa quest'ultimo nei limiti della differenza tra le prestazioni originariamente previste e quelle effettuate.

6) RECLAMO

6.1) Ogni mancanza nell'esecuzione del contratto deve essere contestata dal turista mediante tempestiva presentazione di reclamo affinché l'organizzatore di viaggio o il suo rappresentante locale o l'accompagnatore vi pongano tempestivamente rimedio.

6.2) In ogni caso il turista deve, a pena di decadenza, sporgere reclamo per l'inadempimento o l'inesatta esecuzione del contratto, entro e non oltre dieci giorni lavorativi dalla data del rientro presso la località di partenza, a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno.

6.3) L'organizzatore è responsabile solo per i servizi a lui prenotati e facenti parte del pacchetto base; pertanto qualsiasi lamentela per servizi acquistati in loco, dovrà essere fatta direttamente a coloro che hanno erogato i servizi medesimi. 

7) RESPONSABILITÀ

7.1) L' organizzatore e l'intermediario sono responsabili, secondo le rispettive responsabilità, per il caso di mancata o inesatta esecuzione, salvo che l'inadempimento sia determinato da impossibilità della prestazione derivante da causa a loro non imputabile, ovvero imputabile al turista o a fatto imprevedibile o inevitabile di un terzo.

7.2) La responsabilità dell'organizzatore del viaggio per danni a persone e cose non può, in nessun caso, eccedere i limiti previsti dalle Leggi vigenti e dalle convenzioni internazionali che disciplinano la materia.

7.3) L'agente di viaggio (intermediario) presso il quale sia stata effettuata la prenotazione del pacchetto turistico, non risponde in alcun caso delle obbligazioni nascenti dall'organizzazione del viaggio, ma solo di quelle derivanti dalla sua qualità di intermediario e comunque nei limiti previsti dalle leggi vigenti.

7.4) La responsabilità dell'organizzatore non comprende quella derivante da inadempimento o inesatta esecuzione dei servizi autonomamente acquistati dal turista e non facenti parte del pacchetto turistico. Si considerano acquistati autonomamente dal turista tutti i servizi, comprese le escursioni acquistate nel corso del viaggio o presso le località di destinazione, non facenti parte del pacchetto turistico.

7.5) Il turista è tenuto a prendere nota di tutte le informazioni riportate nel catalogo, del "Buono a Sapersi" in particolare.

8) DIRITTO DI SURROGAZIONE

8.1) Il turista è tenuto a fornire all'organizzatore di viaggio tutti i documenti, le informazioni e gli elementi in suo possesso utili per l'esercizio del diritto di surrogazione previsto dall'art. 48 del D. Lgs. 23 maggio 2011 n. 79 e, in mancanza, è responsabile nei confronti dell'organizzatore del pregiudizio che abbia arrecato al suo diritto di surrogazione.

9) REVISIONE DEL PREZZO

9.1) Il prezzo forfetario di vendita del pacchetto turistico è calcolato per un minimo di due viaggiatori ed è soggetto a revisione in conseguenza della variazione del costo del trasporto, del carburante, dei diritti e delle tasse (quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, le tasse sbarco o imbarco nei porti o negli aeroporti) nonché in conseguenza della variazione del tasso di cambio. I costi devono essere adeguatamente documentati dall'organizzatore di viaggio.

9.2) Per i voli di linea, i voli low cost e per la navigazione marittima e fluviale la revisione del prezzo sarà pari all'adeguamento richiesto, per posto volo o posto nave, dalle Compagnie Aeree o di Navigazione e similmente per i diritti e le tasse, inclusa la "carbon tax", la revisione sarà pari all'adeguamento richiesto dai competenti Enti o Autorità. Le tariffe aeree sono aggiornate al 30/06/2016 (salvo diversamente indicato) e si intendono in bassa stagione e valide per le città di partenze indicate; per le altre città e le altre stagionalità è necessario applicare i relativi supplementi. 

9.3) I pacchetti turistici riportati in catalogo comprendono servizi i cui costi sono determinati in USD o in monete locali e il loro prezzo é soggetto a revisione in caso di variazione del tasso di cambio in misura superiore al 3% rispetto al seguente rapporto di cambio: 
1 Euro = 1,19 USD;
1 Euro = 39,77 THB (Bath Thailandese);
1 Euro = 4,49 AED (Dirham Emirati Arabi). 

La revisione, in tal caso, sarà calcolata applicando al prezzo di vendita del pacchetto turistico un aumento o una diminuzione percentuale pari alla variazione del tasso di cambio eccedente la misura del 3%.

9.4) L'organizzatore di viaggio deve, a pena di nullità, avvisare il viaggiatore con comunicazione scritta dell'aumento a seguito di revisione e nella stessa forma, e sempre a pena di nullità, il viaggiatore deve richiedere la revisione in diminuzione.

9.5) Qualora la revisione ecceda il 10% del prezzo originario del pacchetto turistico il viaggiatore può recedere dal contratto senza pagamento di alcuna indennità e con rimborso delle somme già versate a condizione che ne dia comunicazione scritta all'organizzatore di viaggio entro due giorni lavorativi dal ricevimento dell'avviso di aumento.

9.6) La revisione non può mai essere effettuata nei venti giorni che precedono la partenza.

10) CESSIONE DEL CONTRATTO

10.1) Il turista può cedere il contratto ad un terzo, a condizione che questi soddisfi tutte le condizioni ed i requisiti per la fruizione dei servizi oggetto del pacchetto turistico.

10.2) In tal caso il turista deve dare comunicazione della propria intenzione di cedere il contratto mediante comunicazione scritta che dovrà pervenire all'organizzatore di viaggio o all'intermediario entro e non oltre quattro giorni lavorativi prima della partenza e dovrà indicare le generalità del cessionario.

10.3) Per la cessione verranno addebitate Euro 100 a persona e, a seguito della cessione, il cedente ed il cessionario sono solidalmente obbligati per il pagamento del prezzo del pacchetto turistico e delle spese derivanti dalla cessione.

10.4) Lo stesso importo verrà applicato in caso di qualsiasi ulteriore richiesta da parte del turista per modifiche a prenotazione già avvenuta e confermata.

10.5) I regolamenti delle compagnie aeree normalmente non prevedono la possibilità di cessione a terzi o rimborso del biglietto, se questo è già stato emesso; pertanto, nessun rimborso o sostituzione sarà possibile a biglietto emesso, se questo non sia consentito dalla compagnia che effettua il trasporto aereo. Il cambio nome potrebbe dunque comportare la perdita della prenotazione stessa o la variazione delle tariffe aeree applicate precedentemente.

11) CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONI

11.1) L'organizzatore ha stipulato ai sensi dell'art. 50 del D. Lgs. 23 maggio 2011 n. 79, le seguenti polizze assicurative:
a) Consulenza medica;
b) Rientro sanitario;
c) Spese di viaggio di un familiare in caso di ricovero in ospedale;
d) Pagamento spese mediche sostenute all'estero fino ad un massimale di Euro 50.000; 
e) Rientro anticipato per lutto in famiglia;
f) Bagaglio: risarcimento danni per smarrimento o danneggiamento dello stesso fino ad un massimale di Euro 1.500; 
g) Spese annullamento fino ad un massimale di Euro 1.000.

11.2) Il turista può stipulare due distinte polizze integrative (anche con riferimento al massimale assicurato) facoltative: 
a) interassistance (con massimale di rimborso spese mediche sostenute durante il viaggio fino ad Euro 50.000/100.000);
b) bagaglio (fino ad Euro 1.500/2.500);
c) annullamento (fino ad Euro 3.000/5.000);
d) ritardi imprevisti;
e) ripetizione viaggio;
f) perdita del volo in connessione; 
g) assistenza domiciliare.

11.3) I partecipanti sono tenuti a prendere conoscenza delle coperture assicurative le cui condizioni e le eventuali limitazioni ad esse relative sono riportate dettagliatamente sulle Condizioni Generali che verranno consegnate prima della partenza dall'intermediario di viaggio.

11.4) L'organizzatore di viaggio ha stipulato con Filo Diretto Assicurazioni S.p.A. polizza di assicurazione della responsabilità civile n. 1505000106/M. 

11.5) Ai sensi dell’art. 50 del D.lgs. 23 maggio 2011, n. 79, il contratto è assistito da  garanzia stipulata presso primaria compagnia assicurativa che, in caso di insolvenza o fallimento della I Viaggi del Turchese S.r.l., garantisce il rimborso del prezzo versato per l’acquisto del pacchetto turistico e il rientro immediato del turista

12) BAGAGLIO

12.1) In caso di sinistro verificatosi in occasione di trasporto aereo il turista dovrà farsi rilasciare la copia del P.I.R. (Property Irregularity Report) ed inviare la relativa richiesta scritta di rimborso ad Ami Assistance.

12.2) L'organizzatore declina ogni responsabilità per le conseguenze della mancata osservanza di quanto sopra.

13) ORGANIZZAZIONE TECNICA

I Viaggi del Turchese S.r.l. Società unipersonale
Viale Martiri della Libertà, 29 - Fidenza – Parma – Tel. 0524/512461 
Codice Fiscale, Partita Iva e Numero di iscrizione Reg. Imprese di Parma 
01522260346 - REA PR 160211 - Capitale sociale Euro 1.030.000 i.v.
Società soggetta a direzione e coordinamento da parte di TUI AG 
Karl-Wiechert-Allee 4 – 30625 Hanover – Germania – Company number HRB 6580. 
Delibera nr. 10 del 20 marzo 1991 e successivi rinnovi

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CON GLI INTERMEDIARI DI VIAGGIO

1) Definizione
L'agenzia quando contatta l'organizzatore di viaggio per l'acquisto di un pacchetto turistico assume la veste giuridica di intermediario di viaggio e tratta, acquista diritti e assume obblighi esclusivamente quale mandatario del suo cliente-mandante. Pertanto l'organizzatore non conferisce alcun potere di rappresentanza all'intermediario, il quale conseguentemente, non potrà indurre terzi a ritenere che gli sia stato conferito tale potere di rappresentanza, ne' potrà assumere obbligazioni, stipulare contratti o compiere atti giuridici in nome dell'organizzatore.

2) Obblighi dell'organizzatore

L'organizzatore fornirà all'intermediario i propri cataloghi, depliants e quant'altro illustrante i prodotti turistici, periodicamente e nella misura ritenuta opportuna.
L'organizzatore pagherà i corrispettivi dovuti all'intermediario per l'attività svolta nei tempi e nei modi previsti da separato e specifico accordo. 
L'organizzatore invierà tempestivamente all'intermediario comunicazione scritta in caso di modifica o impossibilità di fornire i servizi turistici oggetto del contratto, precedentemente confermati..

3) Obblighi dell'intermediario

E' obbligo dell'intermediario:
a) portare a conoscenza dei clienti/turisti le condizioni del contratto di viaggio sottoponendole alla loro accettazione;
b) controllare la corretta sottoscrizione e compilazione dei moduli del contratto di vendita, nonché l'espressa accettazione delle condizioni ivi riportate o richiamate;
c) consegnare al cliente le condizioni di polizza Ami Assistance in formato cartaceo prima della sottoscrizione del contratto e conservare la firma del cliente a conferma della presa visione ed accettazione delle condizioni assicurative. Le firme dei clienti potranno essere richieste dall'assicurazione in caso di sinistro;
d) consegnare al cliente i voucher, il foglio notizie e le informazioni generali predisposte dall'organizzatore, che l'intermediario dovrà provvedere a scaricare e stampare in forma integrale dalla sezione "Document Folder" del sito internet www.turchese.it;
e) trasmettere tempestivamente e correttamente all'organizzatore tutti i dati relativi alle prenotazioni e in particolare le generalità dei viaggiatori con i relativi domicili;
f) trasmettere tempestivamente al cliente/turista la comunicazione delle eventuali modifiche decise dall'organizzatore;
g) conservare presso i propri uffici, per il periodo previsto dal codice civile e/o dalle leggi speciali in materia, una copia del modulo di proposta e accettazione del contratto, che metterà a disposizione dell'Organizzatore, ove questi lo chieda, per esigenze assicurative, fiscali, amministrative o giudiziali;
h) trasmettere all'organizzatore la documentazione necessaria per la richiesta dei visti consolari, qualora tale incombenza sia a carico di quest'ultimo.
Le comunicazioni tra le parti dovranno essere trasmesse per iscritto (lettera, fax, telegramma ed in genere strumenti telematici).

4) Pagamenti

L' intermediario garantisce il pagamento da parte del cliente e, salvo regresso verso lo stesso, del prezzo del viaggio, soggiorno, pacchetto turistico, servizio turistico, nonché le eventuali indennità di recesso e quant'altro dovuto dal cliente/turista per effetto della conclusione del contratto di viaggio.

5) Contenzioso con il Turista

In caso di controversie con il turista le parti si impegnano a collaborare, comunicandosi le informazioni e trasmettendosi i documenti necessari al fine di gestire il contenzioso.


In evidenza...

Shoni Bay Marsa Alam
oriente
Regency aqua park resort
Animazione GiòPartyCLUB.it