PICCOLA GUIDA MALDIVE

thailandia


Le Maldive rappresentano la vacanza da sogno per eccellenza: lasciatevi conquistare da atolli naturali, vegetazione rigogliosa, acqua cristallina, uno straordinario mondo sommerso tutto da scoprire, uno spettacolare e infinito orizzonte dove cielo e mare si fondono tra loro in un azzurro “fiabesco”.

PERCHE’ LE MALDIVE
Perché è un luogo magico, meraviglioso, che vi incanterà. Sole, natura e relax saranno in grado di farvi dimenticare il significato della parola stress e di riconciliarvi con il vostro equilibrio interiore. Vi potrete immergere in ambienti incontaminati e autentici, assaporando la vera atmosfera di questo paradiso terrestre. Il senso di ospitalità innata degli abitanti vi accoglierà e vi coccolerà.

CENNI STORICI
La storia di queste isole è molto antica, anche se per lungo tempo si e' pensato che la sua origine coincidesse con la conversione all'Islam nel 1153. I reperti archeologici ritrovati alle Maldive sono stati tutti datati a epoche successive al 1500 a.C.; per cui si ritiene che in precedenza l'arcipelago fosse disabitato. La popolazione attuale discende da popolazioni di religione buddhista migrate dall'India meridionale e dallo Sri Lanka intorno ai secoli IV e V. Quando, nel II secolo d.C., gli Arabi iniziarono a percorrere frequentemente le rotte commerciali verso il sud-est asiatico, non solo iniziarono a diffondere la loro religione, ma trasformarono le Maldive in un importante punto di scalo. I commercianti arabi esercitarono una forte influenza culturale sulla popolazione locale, che a partire dall'XI secolo si convertì gradualmente all'Islam. Nel 1153 le Maldive divennero un sultanato, che durò fino alla costituzione della Repubblica Maldiviana. Il 16 dicembre 1887 il Sultano delle Maldive firmò un contratto, con il governatore britannico di Ceylon, facendo diventare le Maldive un protettorato britannico. Il governo britannico promise la protezione e la non interferenza militare in cambio di un tributo annuale. Nel 1957 i britannici stabilirono una base RAF nell'atollo di Addu (isola di Gan), dove furono impiegati centinaia di maldiviani. Diciannove anni più tardi il governo britannico decise di lasciare la base, perchè troppo onerosa da mantenere. Il 26 luglio del 1965 le Maldive divennero finalmente uno stato indipendente e tre anni più tardi fu dichiarata la Repubblica con il primo ministro, Ibrahim Nasir, eletto come primo presidente. Dal 1978  a oggi l’ assetto politico delle Maldive ha vissuto varie e non sempre facili fasi: da un ‘ amministrazione totalitaria durata trent’anni, all’ incarcerazione per corruzione di vari ministri, passando per colpi di stato non sempre riusciti, la caratteristica comune del governo sembra essere soprattutto quella dell’ instabilità. Le Maldive sono membro dell’ Onu dal 1965 e del Commonwealth dal 1982.

GEOGRAFIA
Le Maldive sono situate nell’ Oceano Indiano, a sud-ovest dell’India, proprio al centro dell’ equatore. Sono formate da circa 1200 isole coralline disseminate in 26 atolli, che uniti danno vita a un arcipelago a forma di collana di perle. Alcune isole sono grandi e ricoperte da una fitta  vegetazione di mangrovie, palme da cocco, alberi del pane e affascinanti banyan tree; altre invece sono piccole isolette o addirittura semplici fazzoletti di candida polvere di corallo. La fauna terrestre del luogo non è molto abbondante, ciò che veramente lascia senza fiato è lo spettacolo del mondo marino: ogni isola è circondata da una barriera corallina ricca di coralli, di migliaia di pesci tropicali dai colori più svariati e di tartarughe, mante, razze e delfini.

LUOGHI E ATTIVITA’ D’INTERESSE
Malé: Una delle capitali più piccole al mondo. Una passeggiata nelle vie adibite allo shopping, una visita al mercato del pesce o della frutta, oppure il solo sedersi e rilassarsi in uno dei piccoli parchi, consentono di conoscere meglio il popolo maldiviano e vedere come si svolge la loro vita. Tra i luoghi d’ interesse ricordiamo la Piazza della Repubblica, il mercato del pesce e quello della frutta e della verdura, il Palazzo del Sultano, il Palazzo presidenziale, il Centro islamico e Grande moschea del venerdì Mohamad Thakurufaanu Al-au'zam, il Museo Nazionale, la moschea di Hukuru e il suo minareto.
Scuba Diving: La meravigliosa formazione di più di 3000 barriere coralline, le più complete al mondo per fare scuba diving, è visibile durante tutto l’arco dell’anno. In acqua è possibile trovare   più di mille specie di pesci e creature marine e, grazie alle maree monsoniche dell’Oceano Indiano, si sviluppa un insieme di piccoli organismi e di cellule di piante microscopiche. Tutto ciò fa sì che queste acque siano il fulcro intorno al quale  tutte le specie sottomarine si incontrano, richiamate dall’abbondanza di cibo. Alle Maldive si può’ avvistare di tutto, dai gamberetti ai gruppi di pesci dai colori vivaci, dalle magnifiche mante agli squali. Uno spettacolo indimenticabile. Interessante e’ scoprire che non bisogna essere dei professionisti dello scuba diving, in quanto tutti i resort e le barche turistiche offrono training, usando attrezzature controllate e ad alto livello. Anche il più riluttante allo scuba diving può godersi il mondo subacqueo delle Maldive, facendosi guidare da istruttori con esperienza. Un’immersione nella barriera corallina circostante all’abitazione e’ allo stesso modo soddisfacente e tutto ciò che bisogna fare e’ nuotare, allontanandosi di qualche minuto dalle scogliere.  Considerando che, tra i 26 atolli delle Maldive, ci sono innumerevoli barriere coralline, e’ possibile fare immersioni in luoghi differenti a pochi minuti  via nave. Nelle Maldive, solitamente, lo scuba diving ha luogo presso una ‘faru’ (una barriera corallina), un ‘thila’ (un acquario sommerso in un canale, come fosse una barriera corallina che si unisce all’oceano) o presso un relitto. Lo scuba diving notturno e’ un’ esperienza particolarmente entusiasmante perché permette di vedere creature minuscole, interessanti, che non si lasciano spaventare dalla presenza dell’ uomo.

SPORT ACQUATICI: Le Maldive sono un vero paradiso per gli appassionati di sport acquatici. Ogni resort vanta un centro sportivo che offre facilitazioni per praticare sport acquatici. Questi centri sono ben attrezzati, disponendo di maschere subacquee, snorkel e tavole da surf di varie misure, per chi vuole trascorrere la giornata facendo snorkeling o sentire il vento nei capelli su una tavola da surf, windsurf o su un catamarano. Alcuni centri offrono corsi per principianti e di livello avanzato di windsurf e di navigazione, ma ci sono anche altre opzioni, in quanto si può scegliere di fare parapendio, kayak, kite-surf e acquascooter.

SPA E CENTRI BENESSERE: Le Maldive sono le scenario ideale per rilassarsi e beneficare di un trattamento benessere. Ogni resort maldiviano ha un centro specializzato: alcuni di questi sono profondamente annidati nella folta vegetazione, altri sono isolati presso pontili di legno nella laguna, altri addirittura  costruiti sott’acqua. I metodi curativi tradizionali maldiviani, che si ereditano di generazione in generazione, sono utili per alleviare dolori muscolari e articolari. Consigliamo i trattamenti con l’olio di cocco maldiviano e il massaggio con la sabbia.

ISOLE VERGINI:
Delle 1190 isole che formano le Maldive solo un centinaio sono abitate e quindi è molto facile imbattersi in un’isola incontaminata. Non vi è niente come immergersi in una vegetazione naturale, con l’unico sottofondo del mare, per riconciliarsi con se stessi e scordarsi per un momento del mondo esterno. Andare su un’ isola deserta per un giorno è davvero un’ esperienza da vivere.

 

Back To Top -->